E che dirá ora il signor Nino?

niente più…cappuccino…il frate è peregrino…ci vuole un altro pino. C’è?

Annunci

al concevto di ciniguc

io parlo pinonese son luratese son luratese
mi piace elio e le storie tese..
niente e nessuno al mondo potrà fermarmi dal mangiare
tra il mangiare e il bere
vince il mangiare
niente e nessuno al mondo potra’ fermarmi dall’ingurgitare
la panza che va.. la panza che viene e che va…
penso che a questo  mondo ci sia soltanto una grande mensa..
che parte da via petrarca e arriva in piazza della chiesa
io parlo pinonese ma non vuol dire che lo capisco
io guardo i quiz in tele e apprezzo molto quel  rigettisco..

altvo che dj palta..

A fine stagione…el triplete

 
Nel segno di Luca e Nave. Con ciliegina sulla torta per Ros. Coppa Italia, Campionato e Champions League. in omaggo al triplete; tornando al primo punto e ricollegandomi all’ultimo, mi verrebbe da dire "A Sfatare La Maledizione".. i primi dopo una serie thrilling di sconfitte, immeritate ma anche disfatte, finalmente vincono e convincono in una squadra quadrata. E i secondi si prendono in una sola volta tutto quello che non gli era mai riuscito prima. E qui entra in scena Ros, perchè nel calcio non conta vincere, ma Con-vincere! Mourinho. l’ha confuso con Stra-Vincere, che suona antipatico ma ci sa tutto. eccome! Soprattutto dopo l’Era Berlusconiana e Moggiana o di chi ci sta dietro. E’ su questo podio di mvp , per tutti i motivi del calcio, pur sapendo di essere infortunato vuole esserci, e si, meriterebbe qualcosa per averci provato e aver dimostrato di esserci, li a giocare, far giocare, segnare. Tenta il disperato assalto per stravincere. presentandosi come 11esimo dopo un summit segeto nella notte con la fisioterapista di fiducia a 15-20 minuti dalla fine, Nave che usa unguenti in attacco con un triplete tutto speciale e Luca dopo accurato stretching, sta in difesa, con straordinario senso della marcatura, a stoppare le innumerevoli occasioni avversarie. Devo complimentarmi con tutti perchè alla 43esima giornata ce la siamo giocata di buon piglio.  
In pettorina
Massimo, Armando e Luca in difesa, Nave a Mauro in avanti
In maglia blu
Alex e Nello Botta in difesa, Coira a supporto della difesa ma con ampia licenza di offendere, Michele e Dito in avanti. Senza portiere, a girare.
Senza Tafaz soprattutto. e neanche Darko
Parte forte  Mauro, ansioso dal poco minutaggio espresso, che la gioca bene i velocità, al solito prediligendo la partenza in coast-to-coast. Dura contro un Nello ben disposto e un Botta pronto al raddoppio. Male Nave nei primi minuti dove l’impatto con la palla è imbarazzante, da subito invece bene Luca che si piazza in marcatura e riparte velocemente. Armando vive come sempre in posizione anarchica, dice di difendere ma poi lo trovi in avanti. Però lo fa bene, da ampiezza al gioco della squadra  mi suggeriscono. Gli avversari hanno un Dito alla seconda stagionale che si piazza largo alla Dejan per rientrare col sinistro, ma la sua mira da lontano è imprecisa, Botta cerca di contenere e fare gioco con Coira tra le linee, con Nello in copertura, Michele parte in porta. E proprio quest’ultimo prende il primo gol dopo una bella combinazione tra Armando e Mauro che leggermente defilato lo trafigge con un fendente a mezza altezza. Partita vivace con continui tiri verso le porte avversarie ma tanti errori di mira. Coira prima e Mauro provano spesso, Quest’ultimo, la calcia in pinetina. "Beniteeeez" chiamano, ma nessuno ci ha mai ributtato un-pallone-uno di qua. Almeno prima c’era il buco, Mo urino ( Mo pure inteso come stamattina) ha fatto alzare le reti col vedo o non vedo. [Come il mio vicino, che mo non vedo un cazzo, così lui è contento perchè se no ha fastidio che gli guardo dentro. Come quasi se gli stessi rubando l’aria che respira. Forse non si sarà accorto che abbiamo tipo un terrazzino 5 metri più in la e 5 metri più alto del vedo o non vedo (non lo so, se mi metto in punta di piedi vedo uguale-tzè) e chi glielo dice mo che si vede ancora tutto ma proprio tutto, io non lo invito sai mai che si inventa che per entrare in casa gli serva la scala – come Mauro per entrare in pinetella (come direbbe Dito, e io le desinenze in –ella le approvo, come la paperella nella doccia di Armando che devo dire è mancata come chicca finale della doccia. Forse perchè non c’era Darko! ) – Finisco e chiudo la quadra – come se uno gli frega quello che fa lui (perchè?).] Tornando al match, si sveglia Nave con un eurogol, su rilancio di Massimo, sempre  attentissimo a non farsi sorpredere dai tiri avversari, gira in semirovesciata spalle alla porta al volo e prende di filato Michele in uscita. Dito va in porta ma ancora Nave ci crede facendosi trovare ale spalle della difesa , fuori posizione Coira e Nello su una palla vagante, sull’out ma vicino al palo non sbaglia. L’esordio sul match di Ros sul 3-0 quindi, con Luca preccupato di dover ancora più  difendere e di subire il ritorno degli avversari. Gol che in effetti finalmente fa Dito, con una botta di collo dalla distanza che si infila forte alla destra di Massimo. Su 3-1 giochi non proprio riaperti perchè Nave fa posto a Mauro e con Ros l’intesa è ottima. I due combinano bene in avanti, anche Armando è pronto a inserirsi e Luca copre sull’ultimo uomo dei Blues, che è Michele questa sera molto attivo ma molto poco produttivo in zona gol, con una serie di occasioni dettate dai movimenti sempre buoni, ma mai capitalizzate. Buona l’intesa proprio con Dito ma molto meno tra il reparto avanzato e la difesa, che ormai tenta l’assalto in avanti e rischia grosso. Non cambia con Nave in campo tra i blues al posto di un Coira non in grande serata, dopo un torneo ottimo, perchè anche Armando trova il gol del 4-1 dopo una bella combinazione con Mauro ma subito è Nello che riesce a penetrare per le maglie avversarie e a siglare il 4-2 con un preciso tiro che si infila ancora sulla destra di Massimo. I blues si alternano in orta ma c’è ancora qualcosa da direal match: primo che Ros prima prova ad andar via a Nave e Nello, appurato che si può fare si fa trovare alle spalle di Alex dopo che nessuno chiude su Mauro, e il piattone all’angolino gli fa capire che il triplete è possibile. Il finale, dalla sostanza che non cambia, a ribadire il trilpete: di Nave che in anticipo approfitta ancora di una disattenzione difensiva di Massimo che non riesce a liberarsi del pallone, palla che carambola  in rete. inale di 5-3 Cielo buio sopra Johannesburg direbbe Ca-ressa (per l’I-phone). Ok che tarda con la sua camminata lenta e svogliata, fine delle ostilità che sanciscono incredibilmente come Nave e Luca, nella stessa partita, possono vincere o perdere insieme, sfatare dei tabù, come sfatare le rivalità Ros e Mauro, come MIchele o Armando si scontrano, o Mauro e Nello si osteggiano (che padronanza di liguaggio medioevale)   o Alex  e Nave si affrontano, sempre con lealtà (palle buttate da cartellino paglia a parte). e Ros invece ci tiene e si vede, nonostante i pochi minuti, e si candida a Man of the Season.
 
CLASSIFICA FINALE GENERALE –  43° giornata.
 
Nome G V N P VUG MV MVP PTI Commento
Armando 40 21 6 13 6,5 6,288 3 69 Anarchico, non trova la posizione giusta, litiga con Mauro ma sono loro ad aprire e chiudere i giochi. Il capitano si conferma un top-player di questa stagione. 
Miki 32 17 6 9 5,5 6,359 4 57 Al suo movimento su tutto il fronte d’attacco non seguono i gol che permetterebbero alla squadra di restare in scia. In porta non perfetto e anche nei rientri difensivi segna il passo.
Nave 39 15 6 18 7 6,321 4 51 Primi dieci minuti da incubo, non tiene un pallone. Rimbrottato dai compagni si fa perdonare e chiude la stagione con eurogol e 2 gol di rapina che spezzano la maledizione di Luca e Nave insieme. 
Ros 22 15 1 6 7 6,773 7 46 A inizio stagione i conti: 50% più una partita. E lui c’è. Borderline ma c’è! E vuole prendersi tutto, dimostrando sempre una incredibile voglia di vincere.
Nello 32 12 6 14 6,5 6,344 0 42 Tra i migliori dei suoi. Mi spiace solo per la casella 0 sugli mvp. L’avrebbe meritato, perchè ha sempre lottato alla pari degli altri.
Tafaz 27 13 2 12 6,648 6 41
Alex 23 12 3 8 6 6,413 4 39 In avvio un pestone alla mano involontario di Nave lo limita nell’aerobica. Come sempre arcigno difensore, ma non riesce a proporsi in avanti con destrezza.
Mimmo 30 11 5 14 6,217 1 38
Lorenzo 26 10 5 11 5,5 6,365 2 35 Con due difensori in squadra alza il baricentro della sua azione con risultati non buoni al tiro. Quando si rimette dietro le cose non cambiano, i suoi non segnano ed esce mestamente in non perfette condizioni. Stagione in archivio senza troppo rammarico.
Darko 27 8 5 14 6,093 1 29
Luca Luca 21 8 4 9 7 6,505 5 28 La maledizione di Luca e Nave si è rotta. Nel calcio difesa e attacco vanno di pari passo, hanno lo stesso peso. Certo per vincere conta segnare, ma la base di partenza è una organizzazione difensiva al di sopra della media. La redazione decide che 50% – 1 partita di Luca è il limite per entrare in classifica. Con dei bei numeri.
El Gato 12 7 1 4 6,542 1 22
Mauro 12 6 0 6 6,5 6,350 0 18
Luca Ronco 9 4 1 4 6,500 2 13
Minola 6 3 1 2 6,250 0 10
Ippo 9 3 1 5 6,389 0 10
Andrea 10 2 2 6 5,950 0 8
Massimo 5 3 1 1 6,5 6,200 0 10 L’impressione è che non soffra affatto i continui tiri dalla distanza avversari. Sfrutta tutto il corpo per respingere quello che vuole, una tecnica particolare che gli consente l’imbattibilità fino all’ingresso di Ros. Poi la partità cambia tonalità e prende 3 gol, ma il suo contributo resta positivo. 
Gabriele 3 2 0 1 7,000 1 6
Antonio 6 2 0 4 6,333 1 6
Marino 2 1 1 0 7,000 2 4
Peter 5 1 1 3 6,800 1 4
Davide BLR 1 1 0 0 6,500 0 3
Dito 2 1 0 1 6,5 6,500 0 3 Buona l’intesa con Michele ma difetta nella mira. Troppo a corto di fiato entra spesso in porta dove prima pecca di ingenuità su Nave, poi si riscatta alla grande con parate alla "Ed Warner". Nave lo vuole ingaggiare per un minutaggio più alto nella prossima stagione
Catelli 1 1 0 0 6,500 0 3
Tiz 3 1 0 2 6,167 0 3
Giuseppe 3 1 0 2 5,500 0 3
Caon 1 0 1 0 6,500 0 1
Max 1 0 1 0 6,000 0 1
Tungia 1 0 0 1 6,500 0 0
Paolo 1 0 0 1 6,500 0 0
Davide 3 0 0 3 6,000 0 0 – 
Marco 2 0 0 2 5,750 0 0
Crema 1 0 0 1 5,500 0 0
Lucio 1 0 0 1 5,500 0 0

Cavallo

Eccolo il cavallo…benvenuto Pippo Unibol Useless Nettumo o come caspita ti chiami….cavallo poco domato, come un seienne scolaro che deve imparare a essere un cavallo…ringrazierai Ale per un po’, che ti ha tolto dai nostri piatti….e ti fa da maestrante con tanto ammore…sei oggetto di discussione sempre…ma lei ti ha sempre voluto (non tu tu, un cavallo dico)…ed è bello saperti felice sguazzante come una rana la insieme ai tuoi simili…e prima o poi ti cavalcherò e diventeremo grandi amici (come da libro delle favole dei seienni, ovvio)…  

cavallo refrain della serata…per noi nati a cavallo tra i 60 70 80…che ci piace la musica a cavallo dei 70 80 90…a cavallasca..al sarà scià a cavallo della mezzanotte…ha già buttato l’acqua…a una new entry il livello base di pasta covella…antonione boccerebbe ma i piatti son stati graditi…e a cavallo tra una telefonata e il caffè…bussano alla porta…entra un cavallo…ubriaco ma ubriaco che voleva ancora bere….e allor giù vino e grappa e canti e danze…dopo mezzora ha anche riconosciuto i suoi amci di infanzia…a cavallo tra i 70 e gli 80…su a castello…al mulino…e, soldato di cavalleria, come me…le sa tutte quelle canzoni li…ma tutte le strofe proprio….alla sua maniera ovvio….quanto gregnare….e poi rock’n roll…ma soprattutto….mazurka.. su youtube subito….e a cavallo tra un’ ultima canzone e un’ altra…un rigurgitino….segno che è meglio non scavallare….meglio ricomporsi e andare a letto così….qualche piano sopra….scale a caval-(frate)-cioni…come parcheggia….fuori dal garage è meglio…scusate tutti…son sicuro che è un cavallo di ritorno…almeno per una ventina di giorni…e poi…mare…e cavalloni!

Trottooooooo…..

Maite

Scusa se ti chiamo amore…
Quando ancora c’è poco odore…
Di sesso di complicità…
Di quello che verrà…
Il presente è una luce che si accende…
Non è il passato da cui dipende…
Non guardare indietro ho sbagliato è vero…
Tu che dici non sono sincero…
Io sto bene solo se tu ridi…
Ma se da tutto questo tempo non ti fidi…
Grandi pianti e mille sospetti…
Io credo sempre al primo dei nostri progetti…
L’Entusiasmo è compagno dell’allegria…
Tu mi hai conquistato con la malinconia…
da lontano cogli solo le sfumature…
vivi solo di paure…
È molto distante dall’obiettivo…
Pensare ancora che sono cattivo…
Farò attenzione se non sono più io…
Ma lasciala perdere il dono di dio…
È aver chiaro sempre serena…
Che fino in fondo vale la pena…
Vivere insieme per poter scoprire…
Se è bello restare o meglio partire…
Ti amo ale…
Non voglio farti del male…
e spero che torni tutto come prima…
Anche quando non viene la rima…