Massima Del Giorno

Ma quanti ne Mangano per venerdì ?
 
Dell’Utri sicuramente non c’è.
Annunci

Botta al Massimo

 
Squadre complicate, Darko insieme a Massimo in porta , Massimo compagno d’attaccoe i fratelli Botta in difesa sono gli orange di giornata, provano a sfidare il duo di testa Armando, Michele insieme a Nave, Coira e la confermatissima new entry Sartori, chiamato ancora in porta per sostituire un Tafaz di turno, quintetto con maglie blu. Poche emozioni al via, il solo Ros subito pericoloso, ma a piede ancora non caldo non sfrutta un paio d’occasioni. Gioca di sponda il nostro, ma gli inserimenti dei compagni non sono precisi. Faticano in avvio gli sfidanti, con Michele sempre attivo sul fronte offensivo ma Armando poco reattivo negli inserimenti nonostante un Coira propositivo e un Nave guardingo. E’ proprio quest’ultimo ad aprire le marcature: palla che gli arriva da Coira sull’out di destra, uno-due vincente a scavalcare Ros, Nello non chiude e il tiro incrociato sul secondo palo sigla l’1-0. Cercano di reagire i fratelli Botta, in entrambi i casi è Ros che tenta di servire l’uno due ma Senior non si intende con Darko, mentre Junior calcia a lato. Manovra dei blues più fluida, bene Nave e Coira a buttarsi negli spazi, bene anche Michele che gioca di sponda. Armando fa fatica così come Darko a entrare nel vivo del gioco. Dal primo però nasce il 2-0, ben servito da nave in profondita prova il tiro che Massimo respinge ma Michele è pronto in ribattuta. Ros che non trova la via del gol, Gabriele chiude bene un suo guizzo. 3-0 però vicino con Coira che sfrutta una ribattuta da angolo e insacca ancora sul palo lontano con un bel fendente a mezza altezza. Partita virtualmente chiusa ma Ros va via sulla fascia destra cin Nave che buca l’anticipo, cross per l’accorrente Darko che accorcia le distanze. Ci pensa però ancora Nave a riportare i suoi in vantaggio grazie a un azione simile, stavolta è Nello a venir preso in mezzo, ancora una volta è Michele a dare l’assist vincente. Armando è sulla riga a ribadire un eventuale palo. Il 4-2 finale è siglato da Ros, che servito da Darko in contropiede spiazza sartori in uscita. Ancora un paio di fiammate, con Ros che prima stoppa Nave in volata sulla sinistra e poi tira forte ma centrale e Gabriele para. Gara combattuta ma prevedibile nel risultato. Peccato per il match del lunedì dove è proprio Ros a prendere una Botta al morale: i calciologi parlano di distrazione, stagione chiusa, un po alla Lippi, con l’amaro in bocca, se vogliamo, dopo tante vittorie. Si rilancia in questo match Nave, dopo qualche prestazione buona, e, dopo aver pagato il primo pincher, azzera il secondo quasi guadagnatosi da Darko. Match in archivio, ecco le statistiche:
 
40° giornata – maratoneti di stagione:

>

Nome G V N P VUG MV MVP PTI Commento
Armando 37 18 6 13 5,5 6,311 3 60 Nonostante riesca a riscattarsi con un finale di partita d’orgoglio non entra mai nel vivo del gioco e appare spaesato in mezzo al campo
Miki 31 16 6 9 6,5 6,387 4 54 L’unica pecca è la fase difensiva dove latita un po spesso, ma fa salire la squadra e si propone sempre come soluzione d’attacco sia nel 1 contro 1 che per l1-2 che come sponda per gli inserimenti
Nave 36 13 6 17 7 6,306 2 45 Sbuca da dietro con delle fiammate che sorprendono gli avversari, apre e chiude un match mai in bilico , anche se Ros lo mette in difficoltà
Ros 21 14 1 6 6,5 6,762 6 43 Non trova quasi mai la giocata vincente e quando gli riesce c’è Sartori a chiudere lo specchio della porta
Tafaz 26 13 2 11 6,654 6 41
Nello 29 11 6 12 6 6,345 0 39 Di testa sono tutte sue, ma ha difficoltà negli inserimenti e nell’impostazione delle giocate con i compagni
Mimmo 30 11 5 14 6,217 1 38
Alex 20 10 3 7 6 6,400 4 33 Rispetto alle ultime uscite è meno concreto nel capitalizzare le occasioni, e dietro soffre gli inserimenti a turno di Nave e Coira
Lorenzo 24 9 5 10 6,5 6,417 2 32 Non perfetto in qualche chiusura difensiva, si apprezza molto invece per gli inserimenti e il giro palla
Darko 25 7 5 13 5,5 6,060 0 26 nonostante un gol a porta vuota e un assist ne finale le non perfette condizioni fisiche non gli garantisocno la brillantezza necessarie nelle giocate semplici
Luca Luca 19 7 4 8 6,474 4 25
El Gato 12 7 1 4 6,542 1 22
Mauro 11 5 0 6 6,336 0 15
Luca Ronco 9 4 1 4 6,500 2 13
Minola 6 3 1 2 6,250 0 10
Ippo 9 3 1 5 6,389 0 10
Andrea 8 2 2 4 6,063 0 8
Massimo 4 2 1 1 6 6,125 0 7 Meriterebbe un voto più alto se non fosse che le sue respinte centrali danno vita ad altrettanti gol
Gabriele 3 2 0 1 7 7,000 1 6 Non è mvp perchè non è il portiere ad aver deciso la partita, ma alcune parate e la sicurezza negli ienterventi son degne della sua media voto
Marino 2 1 1 0 7,000 2 4
Peter 5 1 1 3 6,800 1 4
Davide BLR 1 1 0 0 6,500 0 3
Antonio 5 1 0 4 6,400 1 3
Giuseppe 2 1 0 1 5,500 0 3
Catelli 1 1 0 0 6,500 0 3
Tiz 3 1 0 2 6,167 0 3
Caon 1 0 1 0 6,500 0 1
Max 1 0 1 0 6,000 0 1
Paolo 1 0 0 1 6,500 0 0
Davide 3 0 0 3 6,000 0 0 – 
Marco 2 0 0 2 5,750 0 0
Lucio 1 0 0 1 5,500 0 0

A casa

il Lippi riconoscente ai campioni del mondo 2006 fa, come ampiamente previsto da questo blog, la sua grande figuraccia. A parte qualche defezione dell’ultimo minuto che ha ulteriormente indebolito il tasso tecnico degli azzurri, primo gap con le big, nessun alibi per queste convocazioni, un gioco carente, lenti, inadeguati in difesa e in attacco, con cannavaro e iaquinta e pepe, tanto impegno e poco altro. La base della squadra è stata fatta con uomini di Juve Napoli e Udinese, squadre da centro classifica quest’anno e lasciati A casa, dove torniamo anche prima di abbordabilissimi ottavi, Cassano e Balotelli . A questo grigiore tattico e tecnico serve il guizzo di deu teste di cazzo. Lippi forse era troppo vecchio per gestire due estremi di genio e sregolatezza, e ovviamente troppo riconoscente (da milanista ne so qualcosa)  a quei cannavaro, gattuso, iaquinta, altro errore aver tardato a inserire in fase di qualificazione i criscito preferendogli i grosso, i bonucci preferendogli i legrottaglie, i montolivo invece che Camoranesi, il primo in difficoltà al debutto con la neanche tantobig Brasile di Felipe Melo in amichevole, il secondo in difficoltà fisiche da secoli. Da questi ripartirà Prandelli, cercando di fare vedere una fisionomia di squadra, cercando di inserire qualcuno in grado di reggere con personalità. Lippi non ha trasmesso nulla, al contrario dell’enorme carica trasmessa nel 2006. Ha tentato la stessa tattica, ma l’ostinazione nei confronti di Cassano e Balotelli, i due più dotati tecnicamente, non paga. Il calcio di Argentina e Brasile, di Olanda, Spagna e Portogallo è impostato su giocatori tecnici. Non bastano giocatori veloci, come Pepe. Non bastano Zambrotta, Gattuso, Camoranesi, Cannavaro. Lippi ridicolo. Tornando al futuro, che è meglio, i nomi mancano soprattutto a centrocampo, ma Pirlo, Montolivo e De Rossi sembrano essere un centrocampo molto tecnico e senza grandi ricambi, se non Palombo. Poli da monitorare. Ha personalità. Manca un ricambio di peso. A lui scoprirlo. Davanti le scelte di Lippi non sono state azzeccate. Non ha puntato su Borriello, che insieme a Cassano e Balotelli potevano dare una qualità diversa alle giocate. Ma poi il calcio cambia e tra 2 mesi non ci ricorderemo più nulla. In compenso, grazie per la figuraccia. Tutti a casa alè!

Corteggiamento

L’amore immaturo dice: ti amo perché ho bisogno di te.
 
L’amore maturo dice: ho bisogno di te perché ti amo.
 
(E.F.)
 
Quando il legame è speciale bisogno d’amore e bisogno di te si fondono in una unica esigenza vitale
 

Giappone – Costa D’Avorio 3 – 5 in notturna

 
Omaggio mondiale e maglie blu per i Nippon Tafaz,Nello,Nave,Luca e Michele mentre per Massimo, Coira, Alex, Mauro e Armando maglia arancio come la Cote d’Ivoire. Ed è Armando il Drogba della situazione a sbloccare il risultato dopo una prima parte di gara sullo 0-0 con predominanza in attacco per gli "Africani", che riescono a contenere con un buon pressing gli "Asiatici" nella loro metacampo, musi gialli che faticano a uscire con una azione collettiva. Bene in avvio i portieri, che controllano agevolemente qualche tiro dalla distanza, per la maggior parte imprecisi da entrambi gli schieramenti.  Dicevamo di Drogba che è lesto ad approfittare di un rimpallo su un disimpegno errato di Nave, errore di sufficienza di Tafaz che in anticipo sulla palla tenta il numero ma sbaglia, porta sguarnita e 1-0 servito.  Il raddoppio è di Mauro che in combinazione con Botta e lo stesso Armando si trova a  tu per tu con Tafaz, rasoterra preciso sul palo lontano e 2-0. Bene in mezzo al campo gli orange che sfruttano i continui inserimenti di Alex e Armando sulle fasce laterali, e permettono a Mauro di avanzare senza marcatura. Meno bene Nave e Luca, che ancora una volta stonano insieme in un alchimia negativa di sconfitte. Un pò come Kaka e Dinho mi verrebbe da dire, ma sparar cazzate è lecito a quest’ora. Anche Michele non sembra al top, difficilemente riesce ad andar via a una marcatura ottima di Coira o Alex, meglio come uomo assist, ma Luca spreca due palle buone. Il 2-1 arriva però proprio in contropiede grazie a Michele che riceve lungo dal manone di Tafaz, serve di tacco Nave in sovrapposizione, Alex leggermente in ritardo e missile sotto l’incrocio per il 23 con nuove scarpette "sceniche", ma il piede è quello. Bene ogni tanto, disordine altrettanto. Pallone nuovo migliore e meno Jabulani di settimana scorsa, col semi supertele più volte in Pinetina a scavalcare la rete (bastardo Mou almeno prima c’era il buco). Finisce subito l’illusione del pareggio perchè il Giappone sembra molto più scarico e Armando, dopo aver fatto le prove del gol costringendo Tafaz in angolo, va via molto defilato sulla destra su assist di Mauro,  sorprende Tafaz con un tiro secco a mezza altezza che si infila sul secondo palo siglando il 3-1. Qualche timido tentativo di recupero da parte di Michele e di Nave con tiri dalla grande distanza che Massimo devia in angolo. 4-1 però è vicino a chiudere il match ancora Armando che scambia sempre sulla mattonella vincente e sempre con Mauro, marcatura di Nello troppo approssimativa, palla che si infila ancora alle spalle di Tafaz che riesce solo a sfiorare. Partita chiusa ma altri 3, gol, inutili ma particolari: il primo ancora di Nave che prova "alla come viene" una trivela scazzatissima dal risultato, palla che si impenna (sale sale sale direbbe mosca, e non fa male direbbe albertino, e poi scende scende scende direbbe mosca, e ti distende direbbe CHI? alla mosca ) e per non saper ne leggere ne scrivere interviene massimo, fin ora assolutamente positivo, che nel tentativo di appoggiare sopra la traversa smanaccia un po’ goffamente nella sua porta. Ovviamente la trivela era all’incrocio ed era voluta in ogni caso anche l’ipotetico 4-2 viene immediatamente smorzato da Mauro che tutto solo da identica posizione di poco prima uccella Tafaz nel medesimo angolo con un gol fotocopia. Partita quasi finita, perchè prima Lorenzo, spostatosi in attacco nel finale, fa in tempo a scartarne un paio fermi e prendere un palo clamoroso, sul contropiede seguente in gol Michele in dribbling e controdribbling su Mauro, a fermare cronometro e 39° sfida sul 5-3. Armando con una tripletta respinge l’assalto alla vetta di Michele e si candida a vincere la generale con 6 punti di vantaggio a 6 gare dal termine.  Interessante post partita skytrul con i commenti dei protagonisti sul match, sul mondiale e sulla prossima stagione. Ma fino al 30 luglio c’è tempo per stravolgere questa….forse! 
 
 
 
39° giornata – classifica generale:
Nome G V N P VUG MV MVP PTI Commento
Armando 36 17 6 13 7 6,333 3 57 Si riprende la sicurezza della leadership con 3 zampate d’autore e un prova di carattere
Miki 30 15 6 9 6 6,383 4 51 Lascia a casa lo spunto del goleador, mette assist gol nel finale ma poca difesa
Ros 20 14 1 5 6,775 6 43
Nave 35 12 6 17 6,5 6,286 1 42 Un gol bello, uno fortunato, tanta corsa a vuoto e poco dialogo nello stretto coi compagni  
Tafaz 26 13 2 11 6 6,654 6 41 Non bene sul primo gol, si riscatta con due paratone, si giocherà con ros il trono mvp
Nello 28 11 6 11 5,5 6,357 0 39 Come venerdì scorso tiene a galla la difesa ma appena sale si apre una falla inesorabile
Mimmo 30 11 5 14 6,217 1 38
Alex 19 10 3 6 6,5 6,421 4 33 Lunghe leve prensili per arpionare tutti i palloni, poco lucido al tiro e in qualche recupero
Lorenzo 23 8 5 10 6,5 6,413 2 29 La mente del gioco orange, tutti i palloni partono da lui, ma quel palo è la ciliegina mancata 
Darko 24 7 5 12 6,083 0 26
Luca Luca 19 7 4 8 5,5 6,474 4 25 Poco carne e poco pesce per lui che di solito è lepre e caviale
El Gato 12 7 1 4 6,542 1 22
Luca Ronco 9 4 1 4 6,500 2 13
Mauro 11 5 0 6 7 6,336 0 15 Un bel piedino un po in la con gli anni, soffre le marcature strette ma quando può fa male
Minola 6 3 1 2 6,250 0 10
Ippo 9 3 1 5 6,389 0 10
Andrea 8 2 2 4 6,063 0 8
Marino 2 1 1 0 7,000 2 4
Massimo 3 2 1 0 6 6,167 0 7 Para quasi sempre col corpo in modo incredibilmente efficace. Pasticcia sul trivellino di Nave
Peter 5 1 1 3 6,800 1 4
Gabriele 2 1 0 1 7,000 1 3
Davide BLR 1 1 0 0 6,500 0 3
Antonio 5 1 0 4 6,400 1 3
Giuseppe 2 1 0 1 5,500 0 3
Catelli 1 1 0 0 6,500 0 3
Tiz 3 1 0 2 6,167 0 3
Caon 1 0 1 0 6,500 0 1
Max 1 0 1 0 6,000 0 1
Paolo 1 0 0 1 6,500 0 0
Davide 3 0 0 3 6,000 0 0 – 
Marco 2 0 0 2 5,750 0 0
Lucio 1 0 0 1 5,500 0 0

La CUCUZZELLA

 
 
E’ già l’oggetto cult dell’anno: La vuvuzela o meglio ribattezzata CUCUZZELLA a) perchè nella forma vagamente ci assomiglia b) perchè in fin dei conti è una terronata.
Già sono esaurite, già ci sono le app su i-phone per riprodurne più che fedelmente il fastidioso suono.
 
E, fontomontaggio si/fotomontaggio no, c’è anche chi ( e chi meglio di lui?) ne propone un uso leggermente diverso…
 
Evviva la cucuzzella!