Idoli fino alla fine

Era il numero 3 della squadra, 30 anni fa, sul giornale c’era il suo nome.
Era la prima volta che pensava al suo esordio.

Era il numero 9 della squadra, 20 anni fa, sul giornale c’era il suo nome.
Era la prima volta che pensava al suo ritiro.

Maledetta vigliacca, oggi sale solo l’amarezza.

« Il lutto per il suo ritiro anticipato non si è estinto e mai si estinguerà. »
CB

Italia 90 la rivincita?

Argentina Germania la finale di un mondiale poco entusiasmante se non a tratti per qualche giocata da fenomeno, da ricordare solo per il 7-1 che i crucchi rifilano a uno dei Brasile più scarsi degli ultimi 30 anni. Il calcio migliore e più organizzato fatto vedere dai tedeschi e da una Olanda del maestro Vangaal, ancora una volta genio della panchina, esce imbattuto nei 120 minuti ma terzo per i rigori persi contro Messi e soci. I migliori proprio Messi insieme a Müller e Robben. E, se la cabala non si smentisce, La squadra sudamericana vincerà il mondiale in Sudamerica, e la rivincita del 90 è servita.
Meglio così perché io i crucchi proprio zero…anche se obiettivamente sono la squadra più forte.
All’italiano Rizzoli l’ardua sentenza.

Ti Amo campionato

Prime giornate di campionato che già mettono in evidenza cosa è successo durante l’estate:

la Juve si è ben rinforzata e, sebbene non abbia trovato nessun Top Player, ha speso molto per ottimi giocatori come Giovinco, Isla, Asamoah e Lucio. Tutti rodatissimi in Serie A e preparatissimi per la Champions. E’ senza dubbio la squadra piu’ forte sulla carta, e già dimostra una certa compatezza.

Il Milan invece si è indebolito molto: via 13 giocatori, quasi tutti Top Player o Senatori, dentro alcuni buoni giocatori come Zapata, Montolivo, De Jong, Pazzini e diverse giovani scommesse ancora da testare e scoprire.

Sono evidenti le lacune in difesa, dove la coppia di centrali non da garanzie di affidabilità, mentre l’ossatura di centrocampo e attacco sembra buona anche se non eccelsa come lo era fino all’anno scorso. Da uno dei migliori attacchi al mondo si è passati a un bel punto interrogativo sia sulle tattiche offensive (trequartista e due punte o 2 mezzepunte larghe e un puntero centrale?) che sul cosiddetto schieramento titolare. Al momento non sembrano esserci certezze, che si spera arriveraano col tempo. Prevedo percio’ un bel periodo di assestamento, a meno che le giovani scommesse non vengano vinte e riscosse fin da subito…a mio parere sarà difficile fare di piu’ del 5° posto, soprattutto se Pato resterà in infermeria.

L’Inter mi sembra rinforzata rispetto all’anno prima, pur avendo perso quel grande attaccante aggiunto che è Maicon. Gli acquisti di Palacio, Cassano, Pereira, Silvestre e Gargano sono tutti di fascia medio alta. Se Strama assesta i meccanismi difensivi i nerazzurri possono contendere il titolo ai bianconeri.

Dopo le “grandi” del nord ci sono, sullo stesso piano, Napoli, Roma, Lazio, Udinese e Fiorentina.

Il Napoli e la Roma sono molto accreditate come gioco, se non hanno problemi di difesa i loro attacchi andranno alla grande e potranno giocarsi il posto in Champions. La Lazio non mi ha mai entusiasmato, pur avendo mantenuto la stessa squadra degli anni precedenti, ma ha sempre fatto bene e quindi lotterà per le prime 5 posizioni. L’Udinese ormai cambia molto tutti gli anni ma si mantiene sempre su alti livelli, altissimi per una squadra di provincia. La Fiore si è rinforzata molto sul mercato, tenendo il gioiello Jovetic, e con Montella puo’ aspirare come le altre a una lotta nelle prime posizioni.

Per la gioia della fidanzata “Per fortuna che è iniziato il campionato”, cosi birra e divano diventeranno i miei compagni di viaggio nel weekend e nei marte/mercole di coppa.

Era ora, e….

…speriamo che…

era una scaramuccia…

Finale al Tie Break

Un 6-6 che manda tutti al tie break alla pinetina, un Italia di Prandelli che manda tutti in finale. Tutti noi italiani tipicamente italiani. Con quelli della giuve freschi freschi a tirare il gruppo. Come sempre. Da un po’ non si vedeva un bel gioco, un gran balotelli, un cassano genietto, un derossi tenace una difesa solida, un gran buffon. E anche alla Pinetina un bel Finellinho fuori e un buon Sartori in porta, i principali attori ed mvp a pari merito, con Nave e Botta a tenere il ritmo e poi a sbagliare qualcosa, cosi come dall’altra parte Briccola e Darko, mentre Arma e Stefano segnano (è a 99 reti in 40 partite, grande Ste a -1 dalla tripla cifra) ma sbagliano molto, e in qualche modo decisivi anche Lucaluca, che ha dato la spinta ai suoi e Nello che in porta salva il risultato alla fine.

Le squadre di domani:

Tafaz, Luca, Peter, Arma, Ste; Gato, Nave, Botta, Ippo, Ros

Le pagelle dell’Italia

Buffon 7; Balzaretti 7; Barzagli 7; Bonucci 6,5; Chiellini 6; Marchisio 6,5;Pirlo 7; De Rossi 7; Montolivo 6,5; Cassano 6,5; Balotelli 8

Le pagelle dei Ragazzi alla 41° giornata:

Il trapiantato

Il buon giorno si vede dal mattino, la squadra migliore vince sempre, onore a conte che dopo capello riporta lo scudetto al Torino. Ora Ritorneranno a parlare di farsopoli, ma per fortuna l’Europeo porterà presto via la stagione, ora solo chiacchiere e distintivo.