Le pagelle dei Ragazzi

Ancora una vittoria , ma squadre leggermente squilibrate: da una parte Nave (6) bene in difesa così così in attacco, con Damiano (6,5) sempre molto atletico anche in porta, Ros (6) apparso poco concentrato, un Lucaluca (6) meno brillante del solito e il regista Coira (7 mvp) sono sufficienti per battere con 2 gol di scarto Armando (6,5) che sta giocando a un buon livello – ottimo il guizzo del momentaneo pareggio – Luca R. (6,5) sempre in ottima corsa, un Peter (6+) al ritorno un po sottotono ma sempre pericoloso, un Michele (6) messo ko da un tiro di Nave sui "cosiddetti" e un Nello (5) molto disattento nelle marcature.
 
In programma per lunedì una sfida extra, vediamo di trovare gli ultimi 2 dforti che mancano!
 
Ciau

Anni ’80

Grazie a Mauro sto piano piano rimpopolando il pc di musica degna di essere chiamata tale…Risentendole una a una si aprono quei cassetti della memoria a me tanto cari…un po’ di polvere, gli anni 80 sono lontani….ma quanto sono straordinariamente da pelle d’oca certe canzoni delll’epoca….
 
Al diavolo quelle merde dei teenagers di oggi…non sanno parlare…non sanno pettinarsi…non sanno vestirsi…non sanno conquistare…molti sono solo dei grandi sbruffoni…senza proprio niente di niente dentro…solo violenza gratuita bullismo poca volontà e una gran faccia tosta…senza rispetto e senza ideali…qualcuno si salva…qualcuno matura…ma la massa è molto molto meno preparata…molto più grezza della stessa massa della mia generazione…forse l’ultima a salvarsi…e lo penso già da anni…
 
W gli anni ’80

Ilyyyyyyy

Sono veramente contento della tua breve apparizione di oggi…
 
Mi hai dato una splendida notizia…
 
Auguri tesoro, so quello che hai passato e te li meriti tutti
 
Mettici tutto il tuo cuore, tutta te stessa
 
Un giorno vorrò vedere il suo sorriso
 
E la sua manina che cerca la mia…
 
Sono sicuro che riesca a colmare tutti i vuoti della Vostra vita
 
Un bacio
 
 
 
 

il Silenzio

A naja ti insegnano che dopo che suona il silenzio ( bella questa…suona il silenzio… ) non deve fiatare una mosca, solo il respiro del piantone…
 
presumo che da tutte le parti sia lo stesso…c’era un via vai dopo il silenzio che metà bastava…gente da ogni parte (bagno specialmente) che si faceva i cazzi propri, chi dediti al fumo, chi a giochi vari…persino a suonare i bonghi… i pochi che volevano dormire dovevano aspettare quel paio d’orette di sfollamento, o avere la fortuna che l’ispezione passasse proprio in quei minuti…se osavi fiatare o rompere i coglioni al nonno di turno ( o a un tuo frà più forte) erano botte…
 
In sostanza…il silenzio è una copertura…
 
E chi ha fatto il militare lo sa…anche i colonnelli vari, dopo il silenzio, si fanno i cazzi propri…
 
A lavoro il silenzio è un utopia….gente che parla ad alta voce, che entra senza bussare, porte che sbattono, telefoni che squillano…non ce n’è mai…tranne la sera tardi…o il sabato…e col silenzio la produttività almeno almeno raddoppia….nessuno che rompe, nessun telefono che squilla nessuna porta che sbatte…
 
il Silenzio dell’altro…fa molto male…se una parte di cuore, piccola o grande che sia, gli o le è destinata…
 
il Silenzio della notte…Como centro è perfetta quasi per tutti i giorni dell’ anno…l’aggettivo che si usa in questi casi è "deserta"…a una certa ora la città si svuota nessuno è più in giro… dipende da cosa cerchi ma se lo sai a priori quasi quasi ti ci abitui e quasi quasi c’è un senso di bellezza in questo (certo se abiti in mezzo a un milione o passa di abitanti non ti ci abituerai mai…e probabilmente neanche ti piacerà)…con l’atmosfera notturna del lago…il freddo dell’autunno…la breva che si infila tra le orecchie e i piedi…
 
certe notti…un senso di pace e serenità…magari interrotto solo dalle risa di 2 deficienti che giocano ai 4 cantoni…
certe notti…un senso di vuoto e povertà…interrotto dai latrati di un cane in cerca di cibo…
 
Molto spesso il silenzio è la faccia trasparente di una profonda e continua riflessione…di un "viaggio"…
che non trova risposte
ne riscontri verso l’esterno…
ne sbocchi o mete di arrivo…
 
che può essere interrotta solo da brevi lampi di follia…da un approdo…
almeno finchè la riflessione…il viaggio…non sia terminato
 
 
 

Randagio

Come un cucciolo che vive in mezzo alla strada
senza una meta precisa
 
In cerca di cibo e di un tetto
per ripararsi dal vento e dalla pioggia
 
Libero da un opprimente collare
Schiavo delle emozioni
 
Dentro un interminabile vortice
che non si ferma
 
Stanco, sporco e disorientato
ma l’occhio sempre attento
 
faticoso risveglio
per lasciare indietro ieri
e guardare oltre domani
 
trascinando con se
brandelli e suoni
e odori
 
Segui il tuo destino
Randagio
 
Arriverai in cima a quella
vista meravigliosa
 
Pace e silenzio
e colori
 
e li con tutta la voce
Ulula

Nel tuo piccolo fai Kaka

3 gol e 3 assist al rientro, prestazione buona di Nave (7+ mvp) al rientro dopo un mese, dopo i primi 5 minuti brutti dove bisognava entrare in partita, riportandosi in vantaggio nel computo dei match giocati (3v 4n 2p).
Squadre abbastanza squilibrate con Luca Luca (6,5) e Luca Ronco (7) a duettare, Coira (6,5) e Nello (6) a difendere nei "colored" di Nave, mentre dall’altra parte i "bianchi" schieravano il duo Mimmo (5) Armando (6,5) contando sulle folate offensive di Michele (6) e di un Mauro (6) poco ispirato con un Ros (6) collante a centrocampo bene in attacco malino in difesa.
 
Da segnalare in serata un sonoro 7 a 0 rifilato alla Yong della coppia Tafaz-Gim per la serie…<<Mauro guarda…le goleade è difficile!>>